Vellutata di asparagi

La stagione perfetta per gli asparagi è proprio la primavera. Ortaggi ricchi di proprietà benefiche, essi sono degli antiossidanti naturali e sono ottimi per la flora batterica, apportando molti benefici all’apparato digerente. In Italia le specie di asparagi diffuse sono circa otto: per questa ricetta abbiamo utilizzato l’asparago comune, dal sapore dolciastro e dal turione particolarmente tenero.

Ingredienti per 2 persone:
500 g di asparagi
mezzo cipollotto
mezzo bicchiere di latte intero
olio extravergine d’oliva, sale

Tempo di preparazione:
40 minuti

Pulite gli asparagi, prima lavandoli in acqua corrente e poi mondandoli eliminando la parte più dura, cioè la parte più bassa del gambo.
A parte, tritate mezzo cipollotto e fatelo soffriggere dolcemente in una pentola con un filo d’olio extra vergine d’oliva.  Aggiungete quindi gli asparagi dividendo i turioni in 3-4 parti, mettendo di lato un paio di punte che andranno a decorare il piatto. Sbollentatele nel frattempo in acqua bollente e salata, per circa 5 minuti.

Non appena gli asparagi in padella inizieranno ad ammorbidirsi, aggiungete dell’acqua calda e mezzo bicchiere di latte fino a ricoprire il tutto.  Salate e fate cuocere con coperchio per circa 20 minuti. Dopo aver spento, frullate con il miniprimer gli asparagi cotti fino ad ottenere una vellutata liscia ed omogenea. Disponetela in delle ciotoline o in delle coppette e servite decorando con le punte che avevate sbollentato ed un filo d’olio extravergine a crudo.