Polenta con ragù al rosmarino

Se c’è una parola che è carica di storia e di abitudini è sicuramente la polenta. Antichissimo piatto di origine italiana, la polenta viene chiamata poenta in Veneto e pulenta nelle Marche, mentre viene detta poulento in provenzale. Nella zona settentrionale dell’Italia è stata per lunghissimo tempo un alimento di base di tutte le comunità, mentre oggi ne esistono tante versioni diverse, tipiche di varie regioni. La polenta si accompagna molto bene al burro, ai formaggi molli e ai piatti che contengono molto sugo. Si abbina molto bene con vini rossi fermi.

Ingredienti per 2 persone: 
200 g di polenta pronta
400 g di acqua
350 g di carne macinata
200 g di salsa di pomodoro
una manciata di piselli
olio extravergine d’oliva
mezzo bicchiere di vino rosso
una cipolla bionda
sale e parmigiano grattuggiato
3 cucchiaini di rosmarino

Tempo di preparazione:
60 minuti

Prima di tutto, preparate il condimento della polenta. Fate soffriggere su una padella antiaderente della cipolla tritata finemente e dell’olio extravergine d’oliva. Aggiungete il rosmarino e quindi la carne macinata. Sfumate con il vino rosso, abbassate il fuoco e fate rosolare per cinque minuti circa. A questo punto unite anche i piselli ed infine la salsa di pomodoro. Aggiustate di sale e lasciate cuocere a fiamma delicata e con un coperchio per circa quaranta minuti. Rimescolate di tanto in tanto.

Quando mancano pochi minuti alla fine della cottura del ragù, portate a bollore il doppio del quantitativo di acqua della polenta e quindi versatela tutta d’un colpo. Abbassate subito il fuoco perchè potrebbe scoppiettare, quindi salate e rimescolate con una certa intensità per evitare che si attacchi al fondo del tegame. Se la polenta vi sembra troppo densa, aggiungete a filo dell’acqua tiepida e continuate a mescolare. Basterà una veloce cottura di circa 3 o 4 minuti.

Preparatevi a servire disponendo la polenta su un piatto e condite con il ragù al centro. Spolverate il piatto con del parmigiano grattuggiato.