Zuppa di ceci con acciughe

I ceci sono tra i legumi più antichi e conosciuti: basti sapere che Marcus Tullius Cicero, meglio conosciuto come Cicerone e nato nel 106 a.C., era così chiamato per via di un’escrescenza sul naso di un suo antenato, che nella forma somigliava proprio ad un cece. Il nome scientifico della pianta è infatti Cicer Arietinum.
Nonostante a farne uso siano per lo più paesi come l’India o il Pakistan, i ceci fanno parte della cucina tradizionale di molti paesi e sono tra i legumi più consumati. Una zuppa è la scelta ideale per un pasto dall’alto contenuto energetico, che fornisca anche fibre e proteine. 

Ingredienti per 2 persone:
500 g di ceci in scatola
due spicchi d’aglio
due rametti di rosmarino
6 filetti di acciughe sott’olio
6 pezzi di aringa affumicata
scorza di un limone non trattato
olio extravergine d’oliva
sale e pepe q.b.

Tempo di preparazione:
20 minuti

In un tegame capiente cosparso d’olio extravergine d’oliva, fate soffriggere due spicchi d’aglio tritati finemente e i rametti di rosmarino. Nell’attesa tagliate a julienne una scorza di limone. Unite i ceci e la loro acqua e abbassate il fuoco. Salate e aggiungete anche metà della scorza di limone, tenendo da parte il resto per la decorazione finale. Fate cuocere per dieci minuti, avendo cura di mantenere i ceci completamente coperti d’acqua. In alternativa, unite mezzo bicchiere di acqua tiepida. Quindi, terminata la cottura, mettete da parte un quarto dei ceci e frullate il resto con un miniprimer, sempre nella stessa pentola di cottura, poi mescolate insieme.

Tagliate a tocchetti l’aringa e sfilettate le acciughe. Servite mettendo sul fondo del piatto o della vostra coppa le aringhe, quindi coprite con la zuppa di ceci e decorate con i filetti di acciuga, parte della scorza di limone e un filo d’olio. Aggiungete poi, secondo il vostro gusto, del pepe nero macinato sul momento.