Torta Red velvet

La torta red velvet è un dolce molto in voga negli Stati Uniti. Il suo nome è dovuto alla colorazione rossa, ottenuta per via della reazione chimica tra il latticello e il cacao amaro. In ogni caso, non è raro che venga ottenuto anche con l’aggiunta di colorante rosso, che in alte quantità farà avere alla vostra torta una colorazione rosso vivo.
Pur essendo un torta tipica della cucina del Sud degli Stati Uniti, la sua popolarità è molto aumentata negli ultimi anni. Ora la si può comunemente trovare nelle pasticcerie di tutto il paese.

red-velvet

Mescolate in una piccola ciotola lo yogurt con il latte e il succo di limone. Tenete da parte per circa 30 minuti e nel frattempo preparate gli altri ingredienti.

Utilizzate una planetaria o delle fruste elettriche con una ciotola ben capiente e iniziate a lavorare il burro morbido e tagliato a tocchetti con lo zucchero. Continuate almeno per cinque minuti fin quando non avrà la consistenza di una pomata. Aggiungete un uovo e aspettate che sia del tutto incorporato prima di aggiungere anche il secondo. Continuate a montare per almeno 7 minuti consecutivi, in modo che il vostro composto incorpori quanta più aria possibile.

A questo punto unite il latticello che avete creato con latte, yogurt e succo di limone e subito dopo anche il cacao amaro. Tenete presente che questi ingredienti dovranno essere aggiunti all’impasto quasi nello stesso momento, in modo tale che reagendo tra di loro diano alla torta la tipica colorazione rossa. Infine aggiungete anche farina, lievito e aceto bianco. Completate con il colorante rosso a piacere per aggiustare il colore (ne suggeriamo comunque, per queste dosi, un quantitativo massimo di 3 cucchiai, ma l’ideale sarebbe di 2).

Versate in uno stampo precedentemente imburrato e infarinato e cuocete in forno caldo a 180°C per 30 minuti. Se il vostro forno è piccolo, fate la prova stecchino già a 25 minuti e se la torta è pronta lasciatela riposare con lo sportello aperto per il tempo restante.

Durante la cottura dedicatevi alla realizzazione del frosting. Montate del formaggio cremoso con lo zucchero a velo. Ottenuto un risultato di una buona consistenza incorporate delicatamente della panna montata e fate riposare in frigo fino ad utilizzo.

Sfornata la torta, una volta tiepida, tagliatene tre dischi uguali. Rimuovete le croste esterne e sbriciolatele tenendole da parte per la decorazione finale. Quindi farcite con l’aiuto di una sacca da pasticceria e chiudete con l’ultimo strato livellandolo con un coltello dalla lama larga. Spargete della crema anche sui bordi e decorate la red velvet con le briciole ricavate poco prima, facendo lo stesso anche sulla superficie.

Consiglio: realizzate la vostra red velvet qualche ora prima di servirla e tenetela in frigo per alcune ore, meglio ancora se per un’intera notte. Inoltre, se non dovesse risultare abbastanza morbida, bagnatela con dell’alchermes prima di farcirla con la crema.