Gratin dauphinois

Ingredienti per 2 persone:
3 patate di medie dimensioni
1/2 litro di latte
3 cucchiai di panna
uno spicchio d’aglio
una noce di burro
noce moscata, sale e pepe

Tempo di preparazione:
50 minuti

Le origini del nome di questa ricetta, dauphinois, si rifanno al delfinato francese, una antica provincia esistente fin dal XII secolo. La ricetta del gratin dauphinois nasce praticamente con l’arrivo delle patate in Europa, importate dalle Americhe all’inizio del 1500. La ricetta ha subìto tantissime evoluzioni, arrivando a creare oggi diverse scuole di pensiero su quale sia quella originale. C’è chi aggiunge le uova, chi il formaggio groviera (rigorosamente gruyère), chi entrambi gli ingredienti.
Quella che vi proponiamo è quella originale, che ha origine proprio da quei luoghi ed è tramandata religiosamente da allora. Le varietà di patate da utilizzare nel gratin dauphinois sono tre: Agata, Monnalisa e Charlotte.

Sciacquate le patate senza rimuovere la buccia, poi pelatele: non vanno più rilavate, perchè solo in questo modo potranno trattenere l’amido, caratteristica che darà alle vostre patate una consistenza decisa. Quindi, tagliatele a fette da 3-5 mm di spessore, aiutandovi con una mandolina o con il coltello. A parte, pelate l’aglio e tritatelo finemente.

Preparate una pentola e aggiungete quasi tutto il latte, tenendone da parte circa due cucchiai che serviranno per stemperare la panna successivamente. Aggiungere anche l’aglio (solo metà di quello che avete tritato) e tenete il fuoco basso mentre unite la noce moscata grattugiata, il sale ed il pepe. Infine aggiungete anche le patate che andranno totalmente in immersione. Lasciate cuocere 13 minuti a partire dal bollore.

In un altro pentolino, stemperate la panna con il latte che avete tenuto da parte e cercate di ottenere una consistenza visibile che non sia però troppo densa. Nell’attesa, imburrate leggermente la pirofila che andrà poi infornata, disponendo sul fondo l’altra metà dell’aglio.

Quando le patate saranno cotte, scolatele con la schiumarola e disponetele a strati nella pirofila. A metà degli strati che avrete previsto in base alla quantità, versate sopra parte della panna e ricoprite di nuovo con patate e poi di nuovo con la panna. In chiusura, aggiungete ancora noce moscata e fiocchi di burro.
Mettete in forno preriscaldato a 180°C per circa 30-35 minuti fino ad ottenere la classica crosticina scura. Servite il gratin ben caldo.